Regione Calabria

La chiesa di Sant'Anna, risalente agli anni Venti del secolo scorso, sorge in posizione sopraelevata rispetto alla strada e vi si accede tramite una rampa laterale e una scalinata prospiciente la piazza omonima. Essa si affaccia su un ampio sagrato con la sua facciata monocroma, in cui spicca il portale retto da colonne corinzie architravate. L'interno, a navata unica terminante con un’abside semicircolare, è illuminato da vetrate artistiche ed è caratterizzato dalla presenza di due balconcini, che si aprono sul presbiterio.

 

Notizie Storiche

 

1926 - 1928 post (progettazione e costruzione intero bene)

La chiesa è stata ricostruita dopo il terremoto del 1908 su progetto dell'ing. Ettore Baldanzi, datato 1926. I lavori sono stati appaltati alla ditta romana S.I.L.A. nel 1928.

1990 - 1992 (rifacimento manto copertura)

A cura dell'arch. Bagalà, è stato rifatto il tetto in tegole canadesi.

2009 (ristrutturazione intero bene)

Nel 2009, la chiesa ha subito una ristrutturazione interna e il rifacimento dei prospetti esterni.

 

Facciata

La facciata, conclusa da una copertura a salienti, presenta due paraste giganti che mettono in evidenza il corpo centrale, dove gli unici elementi decorativi sono il portale, delimitato da due colonne corinzie reggenti un architrave, e la finestra circolare sovrastante.

 

Pianta

L'edificio ha navata unica con presbiterio cruvilineo, rialzato di un gradino e terminante con un'abside semicircolare. Dal lato sinistro del presbiterio si accede alla sacrestia, mentre da quello destro al campanile.

 

Strutture verticali

La navata è divisa in tre campate da paraste con capitelli festonati reggenti arcate a tutto sesto. La stessa tipologia di arco incornicia i finestroni che si aprono nelle pareti laterali, tre a destra e due a sinistra. Nel presbiterio si affacciano due balconcini, raggiungibili, rispettivamente, dalla sacrestia e dal campanile.

 

Pavimenti e pavimentazioni

Pavimento in piastrelle di graniglia di cemento nella navata, in lastre di marmo nel presbiterio.

 

Elementi decorativi

La chiesa è abbellita con vetrate artistiche e dipinti, tra i quali spicca quello del catino absidale, dove sono raffigurate la Sacra famiglia e Maria Vergine bambina con Sant'Anna e San Gioacchino. Finti cassettoni decorano il soffitto.

 

Coperture

L'interno dell'edificio presenta un controsoffitto piano nel presbiterio, a doppia inclinazione nella navata. L'abisde è coperta da una semicupola. Tetto a due falde per navata e presbiterio, a otto falde per l'abside; manto di copertura in tegole canadesi.

 

Campanile

Il campanile sorge sul lato destro dell'abside ed è articolato da paraste, in prossimità degli angoli, e da aperture a tutto sesto, in asse col portone sottostante, sul lato esterno. Copertura a quattro falde con manto in tegole canadesi.

 

Adeguamento liturgico

Presbiterio - intervento strutturale (1980-2009)

 

Di recente, il presbiterio è stato ribassato e ampliato verso la navata assumendo un andamento curvilineo. Al centro, è stata realizzata una pedana con spalletta in muratura, dove, dietro l'altare a mensa marmoreo, realizzato intorno agli anni Ottanta, sono state collocate le sedute per il clero, mentre sul lato destro è un ambone anch'esso in marmo. Nell'abside è ancora presente l'altare originario, non più visibile, però, dalla navata.

Visite: 117

Torna su