Regione Calabria

Distrutta dal terremoto del 1908 la vecchia chiesa parrocchiale, venne provvisoriamente eretta una chiesa- baracca. Solo dopo il 1913, fu avviata la costruzione di quella attuale, su progetto dell''ing. Storchi.

 

La Chiesa di Maria SS. Addolorata, eretta intorno al 1913 e ristrutturata di recente, presenta una facciata irregolare, con tre corpi di altezza differente, di cui quello centrale è chiuso da un frontone triangolare, mentre l'ala sinistra è occupata dalla torre campanaria. L'interno ha tre navate divise da arcate a tutto sesto e un breve presbiterio concluso da abside semicircolare. Sulla parete d'ingresso, infine, è presente una piccola cantoria lignea.


La chiesa è stata ristrutturata nel 1999. I lavori hanno riguardato sia l'interno (rifacimento controsoffitto, intonaci, pavimenti), sia i prospetti esterni.

Facciata
Piatte lesene dividono la facciata in tre parti di diversa altezza. Il corpo centrale, coronato dal solito frontone triangolare, presenta, come unici elementi decorativi, un timpano curvilineo in muratura e una finestra circolare, in asse col portone d'ingresso. L'apertura circolare si ripete nell'ala laterale sinistra, coincidente con la torre campanaria, che è priva d'ingresso ed è coperta a terrazza, mentre quella destra, più bassa e con copertura a saliente, è articolata dal solo portone, sopra il quale è una corta cornice con fastigio.

 

Pianta
Pianta a tre navate, con breve presbiterio chiuso da abside curvilinea; quella centrale è preceduta da un vestibolo, ricavato sotto la cantoria e chiuso a vetri.

 

Strutture verticali
Arcate a tutto sesto, rette da pilastri impostati su una base quadrata, dividono le navate, illuminate da finestrelle rettangolari poste a ridosso del soffitto. In controfacciata si trova una cantoria lignea.

 

Pavimenti e pavimentazioni
Pavimento in lastre di marmo, disposte a giunti alternati. Una zoccolatura, anch'essa in marmo, ricopre la chiesa per tutto il perimetro.

 

Elementi decorativi
Cornici, fregi e decori in stucco a motivi vegetali ornano gli archi e profilano le pareti.

 

Coperture
L'interno è coperto da un controsoffitto piano realizzato con pannelli in perlinato di legno, lasciati al naturale nella navata centrale, tinti d'azzurro nelle laterali. Tetto a due falde per la nave principale, a una per quelle secondarie; manto di copertura in lamiere.


Adeguamento liturgico
Presbiterio - intervento strutturale (1980-1990)
Smontato il vecchio altare, negli anni '80, sono stati eretti una mensa e un ambone in marmo fissi.

Visite: 89

Torna su