Comune di Seminara » Conosci la città » Madonna dei Poveri

 

CARATTERE: 

carattere Medio Carattere Grande Carattere Grande



Madonna dei Poveri

Punto di partenza obbligato in un itinerario alla scoperta del patrimonio storico-artistico della città è il santuario della Madonna dei Poveri, al quale si accede, preferibilmente, dall'igresso laterale, su Corso Barlaam. L'originaria chiesa matrice di Seminara, che sorgeva nei pressi dell'attuale via S. Maria La Porta, di fondazione medievale,nella visita pastorale del 1586 risulta dedicata a S.Maria delli Arangi, titolo successivamente traslato sull'Immacolata Concenzione. Dall'essere un tempo stata sede dell'episcopato di Taureana discendeva l'obbligo da parte dei <<Vescovi di Mileto di prender possesso della Chiesa di Seminara colla stessa pompa e formalità come se Cattedrale fosse, stipulandosene all'uopo di tal possesso atti autentici per mezzo di notaio>>. La chiesa fu eretta a collegiata in ottemperanza alle volontà del Seminarese Domenico Martelli che nel testamento del 21 settembre 1658 ne dispone l'istituzione dotandola con i suoi beni e componendola di sei canonici, uno dei quali arcidiacono, elevati ad otto in un successivo codicillo, tutti nati in Seminara.L'erezione della collegiata fu confermata da Alessandro VII con bolla del 3 settembre 1659. A questo primo canonicato, accresciuto di lì a poco fino al nimero di dieci membri, se ne aggiunse un secondo di otto canonici fondato nel 1707 da Filiberto di Lauro ed un terzo istituto da Gaetano Rinaldi, cosicchè la collegiata giuse a comporsi di un collegio comprendente un arcidiacono, al quale solo aspettava la cura delle anime, e ben 18 canonici. Distrutta dal sisma del 1783, la matrice fu riedificata intorno al 1790 all'interno del nuovo scacchiere urbano, in prossimità del luogo dove sorgeva l'antico convento dei Minori Osservanti. Nel 1880 la collegiata fu trasferita in una nuova più ampia chiesa eretta alle spalle di Piazza del Mercato, sul sito dell'attuale, mentre il vecchio edificio fu concesso alla confraternita di San Marco. Gravamente danneggiata dai terremoti del 1894, 1905 e 1908, anche questa nuova chiesa fu ricostruita in cemento armato a partire dal 1922 sulla base del progetto redatto dall'ingegnere Umberto Angiolini - padre carmelitano iniziale progettista della cattedrale di Reggio calabria - e consacrata il 12 agosto 1933 da Mons. Paolo Albera, vescovo di Mileto. Fu eretta in basilica Minore con Breve di Pio XII del 30 maggio 1955.

Comune di Seminara

 

Partita I.V.A. 01239050808

Piazza Vittorio Emanuele III

Tel. 0966/317004 - Fax 0966/317560

HTML 4.01 Valid CSS
Pagina caricata in : 0.157 secondi
Powered by Asmenet Calabria